giovedì 17 aprile 2014

Polynesian Diary - Moorea 3


Moorea, French Polynesia. The tale of an excursion to do absolutely: Mako Pic Nic Tour with Philippe.
A tour in Moorea lagoon between the bays, blue water, desert island and an unforgettable lunch with new friends.
You can translate the post by clicking on the button to the right.



Oggi abbiamo programmato un'escursione: faremo un tour della parte sud dell'isola in barca.
Alle 8:30, dopo una colazione fantastica, ci attende il taxi che ci porta, insieme ad un'altra coppia di San Francisco, al molo dove ci imbarcheremo.
Arrivati non vedo nulla, ma quando mi accorgo che la barca è una sorta di zattera piatta mimetizzata tra la vegetazione, mi comincio a preoccupare.
Il romano, chi lo conosce lo sa, non è propriamente un lupo di mare e immaginarlo li sopra mi inquieta non poco.
Ci viene incontro Philippe, un francese che vive a Moorea da moltissimi anni in una casa immersa in un giardino di frutta tropicale (lo spuntino e il pranzo che ci preparerà saranno a base di banane, cocco, avocado e ananas che arrivano direttamente da casa sua) e ci fa salire sulla piccola imbarcazione che ci porterà all'isoletta disabitata passando per la baia di Cook, quella di Opunohu e qualche punto strategico per il bagno.
Il cielo é instabile, nubi e sole, per noi una vera fortuna considerando che non siamo ancora abbronzati, ma io piuttosto bruciacchiata, il vento é a nostro favore e si parte.





Se venite a Moorea, questo tour che si chiama Mako Pic Nic Tour, insieme al grande Philippe, dovete assolutamente farlo.
La barchetta costeggerà la costa (il reef non è lontano, ma la corrente sarebbe troppo pericolosa per l'imbarcazione) e vi farà ammirare le due splendide baie, una bellezza sorprendente garantita dalle montagne verdissime e lussureggianti che si specchiano nell'oceano.
Vi fermerete in un punto preciso a fare snorkeling e potrete vedere sul fondo le sculture rappresentanti le antiche divinità polinesiane, oltre che i pesci variopinti.
Se siete fortunati vi imbatterete nella scuola nautica che insegna ai piccoli ad andare in catamarano e arriverete in una laguna spettacolare davanti all'isoletta disabitata (in realtà c'è solo un ristorante)
Farete il bagno in un'acqua caldissima e turchese, nuoterete con le razze che, abituate agli esseri umani, verranno a salutarvi.
Philippe ci stupisce preparando sulla sua barchetta un pranzo sontuoso: tonno bianco crudo marinato nel lime e condito con julienne di cipolla e carote e succo di cocco (direttamente spremuto da lui!), un piatto di formaggi francesi prelibati, un'insalata di pasta, un'insalata verde, un piatto di salumi, baguette fresca e croccante e un piatto di frutta fresca, il tutto innaffiato da buon vino rosso e acqua.
Decisamente un pranzo speciale che porteremo sempre nel nostro cuore.









La via del ritorno prevede un'altra sosta per un bagno insieme alle razze che verrano a farsi accarezzare, un'esperienza incredibile e bellissima, non avevo mai accarezzato una razza!
Torniamo a pomeriggio inoltrato, felicissimi sia per la divertente compagnia della coppia di San Francisco, Edward e Jennifer, sia per la bravura e la simpatia di Philippe, più polinesiano dei polinesiani!
Una doccia, relax, e un'altra cena ottima al ristorante Pure.








Credits
Franco Olivetti - photographer
Federica Congedo - Agente di Viaggio
Viaggiare - Agenzia Viaggi 
Hotel Plan - Tour Operator
Tahiti Nui Travel - Agenzia Partners in Tahiti
Air Tahiti Nui - Compagnia aerea polinesiana

martedì 15 aprile 2014

We love car2go!

ph Franco Olivetti
Last Thursday I was officially presented at the event that the arrival of car2go in Rome.
Great idea for the City, you can translate the post by clicking on the button to the right.

Giovedì scorso ho partecipato all'evento che presentava ufficialmente l'arrivo di car2go a Roma.
Innanzi tutto vorrei ringraziare Johanne e Paolo che hanno reso tutto perfetto: l'aperitivo sul roof top del parcheggio dove noi ospiti abbiamo potuto lasciare la nostra auto personale, registrarci al sito e prendere la nostra Smart Fortwo per andare a cena all'Officina Biologica, superbo ristorante in zona Borgo Angelico (San Pietro per i non romani che mi leggono)

Tengo molto a spiegarvi l'utilizzo di questa offerta di mobilità che già in tante città del mondo funziona benissimo: Roma e il suo traffico hanno tutto da guadagnare e noi utenti ancora di più.
Il car-sharing ha infatti avuto un inizio con fuochi di artificio in città: in un mese ben 20.000 iscritti, 300 vetture (ne sono in arrivo altre 200) e un entusiasmo dei cittadini incredibile.
Perché?
Semplice. 
Lasciare a casa l'auto e muoversi a piedi o con i mezzi e, se si ha necessità, potere contare su una piccola auto che si parcheggia ovunque e che emette solo 98 g di CO2 per KM è un valore aggiunto che migliora la vita, d'altronde questi numeri hanno fatto vincere a car2go il premio di Legambiente del 2012 come "Innovazione Amica dell'Ambiente"
Un'altra cosa comodissima è quella di poterla prendere  e lasciarla ovunque, basta che sia parcheggiata nell'area operativa dei 100 kmq.
car2go è interoperabile in Italia: con la mia tessera posso utilizzare il servizio anche a Milano.


Come si fa:
- registratevi sul sito car2go (dovete avere 18 anni, una patente valida e una carta di credito da inserire poiché il pagamento avviene solo tramite questa procedura) 
- ritirate la vostra tessera in uno dei punti che vi saranno indicati nel sito
- scaricate sul vostro smartphone la app car2go, che vi localizzerà e in base alla vostra ricerca vi farà vedere le auto disponibili nella vostra zona
- prendete la vostra Smart e via, il gioco è fatto.

ph Franco Olivetti
ph Franco Olivetti
A mio avviso questo servizio è una svolta: con 29 centesimi al minuto entro in centro storico e varco tutte le ZTL, parcheggio ovunque comprese le strisce blu, non devo fare benzina poiché è compresa e attraverso la app posso controllare lo stato dell'auto che prenderò, posso lasciare l'auto dove voglio basta che rientri nella zona operativa, tutto senza stress.
Ecco perché a Roma car2go è già diventata un'amica inseparabile di molti.
Provare per credere.


Con Anthea del bellissimo blog Anthea's Fashion

Credits:
Franco Olivetti - photographer
Mercedes Benz
Officina Biologica, Borgo Angelico 30, Roma

domenica 13 aprile 2014

Polynesian Diary - Moorea 2


Second post on the beautiful island of Moorea and Sofitel IA ORA Beach Resort.
Water gorgeous, lovely spa, white sand beach, cocktails and pearls. 
You can translate the post with the button on the right!


Finalmente riposati, facciamo colazione e dopo andiamo alla scoperta del Resort, la piscina, la SPA, i giardini sino ai Beach bungalow e alle Over Water, classiche palafitte sull'acqua che non abbiamo preso poiché Franz ama di più stare sulla terra ferma.
Apro parentesi: il non avere alloggiato dentro il bungalow overwater è stata, per noi naturalmente, un'ottima idea. 
La maggior parte degli ospiti veniva in spiaggia da noi per il bagno, poiché tra le palafitte la corrente era piuttosto forte e la profondità dell'acqua di un paio di metri e mezzo.
Se dunque non vi importa più di tanto del pavimento trasparente per vedere i pesci la notte, il bungalow Luxury Beach o Garden è decisamente una ottima scelta (e il costo scende notevolmente)
Inutile ribadire che il Sofitel IA ORA Beach Resort è semplicemente perfetto in ogni dettaglio.




Stamattina la pioggia ha lasciato posto a un cielo instabile, tra nubi e sole.
Siamo alla fine dell'estate australe, la stagione delle piogge è agli sgoccioli, ma pare che la settimana scorsa ci siano state alcune tempeste tropicali: le montagne di Moorea sono verdissime, dallo smeraldo più brillante al verde bosco più intenso.
È tutto talmente bello che qualche lacrima scende: la bellezza della natura ti scuote davvero l'anima.




Giornata relax in spiaggia dove riesco ad ustionarmi le gambe: con le nuvole che vanno e vengono ho messo una protezione 30. 
Errore! La 50 é fondamentale a questa latitudine, il sole ti abbronza senza problemi da dietro le nubi e se c'è ancora qualcuno che sostiene che la protezione totale non abbronza qui finalmente si ricrederà per forza.
Bagni in un mare meraviglioso, acqua calda, profumo nell'aria.
La vita scorre lenta tra una lettura, musica e un sandwich in riva al mare.




Al pomeriggio un cocktail offerto dalla boutique delle perle (dove Franz mi regalerà una perla meravigliosa incastonata in un anello) e una cena accompagnata da uno spettacolo di balli polinesiani tenuto da ragazze stupende.
Felicità.



Credits
Franco Olivetti - photographer
Federica Congedo - Agente di Viaggio
Viaggiare - Agenzia Viaggi 
Hotel Plan - Tour Operator
Tahiti Nui Travel - Agenzia Partners in Tahiti
Air Tahiti Nui - Compagnia aerea polinesiana